LEVITIC (4)

Letôr: Claudia Venturini

Sacrificis di espiazion

41Il Signôr i fevelà a Mosè: “Dîsiur ai israelits: 2Cuant che un om, cence savê, al va cuintri di cualunche comandament dal Signôr, fasint ce che nol leve:

Pal predi

3Se chel che al à pecjât al è il predi, che al à vude la consacrazion e che cussì al à metût in colpe ancje il popul, i ufrissarà al Signôr pal pecjât che al à cometût un manzut cence pecjis, a mût di sacrifici di espiazion. 4Al menarà il manzut denant dal Signôr biel jentrant de tende de cunvigne; al metarà lis mans sul cjâf dal manzut e lu sacrificarà denant dal Signôr. 5Il predi che al à vude la consacrazion al cjaparà il sanc dal manzut e lu puartarà dentri te tende de cunvigne; 6al tocjarà il dêt tal sanc e al fasarà siet sborfadis denant dal Signôr in face dal vêl dal santuari. 7Al bagnarà cul sanc i cuars dal altâr dai bonodôrs che a brusin denant dal Signôr te tende de cunvigne; al strucjarà ce che al vanze dal sanc sul çocul dal altâr dai olocauscj, che al è biel jentrant de tende de cunvigne. 8Podopo, dal manzut dal sacrifici di espiazion, al tirarà vie dut il gras, il gras torator dai budiei, dut ce che al è parsore vie, 9i doi rognons cul lôr gras e cul gras torator dai ombui e dal fiât, che lu distacarà parsore dai rognons. 10Al fasarà come che si fâs pal manzut dal sacrifici di comunion e al brusarà dut sul altâr dai olocauscj. 11Ma la piel dal manzut, la cjar e dut il cjâf, i budiei, lis talpis e la porcarie, 12ven a stâi dut il manzut, lu puartarà fûr dal campament, tun lûc mont, là che a butin lis cinisis, e lu brusarà sui lens: al varà di jessi brusât sul grum des cinisis.

Pe semblee

13Se dute la semblee di Israel e à pecjât cence savê, e la robe e je restade platade denant de comunitât seben che a son lâts cuintri di un comandament dal Signôr fasint ce che nol leve, a son in stât di pecjât. 14Cuant che si vignarà a savê il pecjât che a àn fat, la semblee e ufrissarà a mût di sacrifici di espiazion un manzut, un cjâf di besteam grant cence pecjis, e lu menarà denant de tende de cunvigne. 15I anzians de comunitât a metaran lis mans sul cjâf dal manzut e si lu sacrificarà denant dal Signôr. 16Il predi che al à vude la consacrazion al puartarà il sanc dal manzut dentri de tende de cunvigne; 17al tocjarà il dêt tal sanc e al fasarà siet sborfadis denant dal Signôr in face dal vêl. 18Al bagnarà cul sanc i cuars dal altâr che al è denant dal Signôr te tende de cunvigne e al strucjarà ce che al vanze dal sanc sul çocul dal altâr dai olocauscj, biel jentrant te tende de cunvigne. 19I tirarà vie al manzut dut il gras, par brusâlu sul altâr. 20Al fasarà di chest manzut compagn di chel ufiert in sacrifici di espiazion: dut precîs edentic. Il predi al fasarà par lôr une funzion di espiazion e il pecjât al sarà perdonât. 21Po al puartarà il manzut fûr dal campament e lu brusarà come che al à brusât il prin: al è un sacrifici di espiazion de semblee.

Pal sorestant

22Se chel che al à pecjât al è un sorestant, che cence savê al è lât cuintri di un comandament dal Signôr so Diu fasint une robe che no leve, 23cuant che al vignarà a cognossi il pecjât che al à fat, al puartarà come ufierte un bec mascjo cence pecjis. 24Al metarà lis mans sul cjâf dal bec e lu sacrificarà tal lûc che si sacrifichin i olocauscj denant dal Signôr: al è un sacrifici di espiazion. 25Il predi al cjaparà sù cul dêt il sanc dal sacrifici di espiazion e al bagnarà i cuars dal altâr dai olocauscj: al strucjarà ce che al vanze dal sanc sul çocul dal altâr dai olocauscj. 26Po al brusarà sul altâr dut ce che al è gras, compagn dal gras dal sacrifici di comunion. Il predi al fasarà par lui une funzion di espiazion e il pecjât i sarà perdonât.

Par un dal popul

27Se chel che al à pecjât al è un dal popul, lant cence savê cuintri di un comandament dal Signôr e fasint une robe che no leve, 28cuant che al vignarà a cognossi il pecjât che al à fat, che al puarti come ufierte une cjavre mascje cence pecjis, pal perdon dal so pecjât. 29Al metarà la man sul cjâf de vitime e le sacrificarà tal lûc che si sacrifichin i olocauscj. 30Il predi al cjaparà sù cul dêt un sclip dal so sanc e al bagnarà i cuars dal altâr dai olocauscj; po al strucjarà ce che al vanze dal sanc sul çocul dal altâr. 31Al tirarà vie dut il gras, come che si tire vie il gras dal sacrifici di comunion, e il predi lu brusarà sul altâr, bonodôr che i plâs al Signôr. Il predi al fasarà par lui une funzion di espiazion e il pecjât i sarà perdonât. 32Se al puarte une piore come ufierte di espiazion, al à di puartâ une mascje cence pecjis. 33Al metarà la man sul cjâf de vitime e le sacrificarà pal so pecjât tal lûc che si sacrifichin i olocauscj. 34Il predi al cjaparà sù cul dêt un sclip dal sanc de vitime di espiazion e al bagnarà i cuars dal altâr dai olocauscj; po al strucjarà ce che al vanze dal sanc sul çocul dal altâr. 35Al tirarà vie dut il gras, come che si tire vie il gras de piore dal sacrifici di comunion, e il predi lu brusarà parsore des vitimis consumadis dal fûc in onôr dal Signôr. Il predi al fasarà par lui une funzion di espiazion e il pecjât che al à cometût i sarà perdonât.